Messaggio

Accordo Echa - Eurometaux

Echa e l’associazione europea Eurometaux hanno stilato di comune accordo un piano programmatico per identificare con precisione quali siano le carenze presenti nelle informazioni REACH e CLP (Classification, Labelling and Packaging) relativamente ai composti metallici e alle sostanze inorganiche entro la fine del 2020. Il MISA (Metals and Inorganics Sectorial Approach) si occuperà invece di affrontare le questioni tecniche e scientifiche che restano in sospeso.

Leggi tutto: Accordo Echa - Eurometaux

Allarme per le sostanze altamente preoccupanti (SVHC)

L'organizzazione non governativa ChemSec ha di recente inviato una lettera a Bjorn Hansen, direttore esecutivo dell’ECHA, in cui si focalizza l’attenzione dell’ente europeo sulle sostanze cosiddette “estremamente preoccupanti” (Substances of Very High Concern, SVHC).

Leggi tutto: Allarme per le sostanze altamente preoccupanti (SVHC)

Accordo tra Echa e Cefic per le fasi successive del REACH

Nel mese di maggio è entrato in vigore in modo definitivo il REACH, il nuovo regolamento europeo che detta le norme da seguire in materia di utilizzo e commercializzazione delle sostanze chimiche. A tale data tutte le aziende coinvolte, di qualunque entità, hanno dovuto mettersi in regola con la nuova legislazione comunitaria.

Leggi tutto: Accordo tra Echa e Cefic per le fasi successive del REACH

Invito ad agire dell’ECHA per il regolamento REACH

Il termine ultimo per mettersi in regola con il regolamento REACH, che è stato emanato a livello europeo e che impone nuove norme per la classificazione e la movimentazione delle sostanze chimiche potenzialmente pericolose, è il 31 maggio 2018. Sarebbe auspicabile anche che i fondi necessari fossero reperiti tramite un aumento della tassazione sui giochi d'azzardo, come le slot machine. Se non sapete di cosa stiamo parlando, potete vedere voi stessi sul sito www.richslots.it

Leggi tutto: Invito ad agire dell’ECHA per il regolamento REACH