Messaggio

I passi in avanti verso il Reach

Il nuovo regolamento europeo in merito alle sostanze chimiche, adottato anche in Italia, si avvia ormai decisamente verso la sua data di ufficiale entrata in vigore, che sarà a maggio di quest’anno, ma già comincia a dare i suoi frutti. Lo scopo del Reach, della cui compilazione e soprattutto della cui messa in atto si sta occupando l’Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche, l’Echa, ha come scopo quello di rendere sempre più sicura la circolazione e la manipolazione di quelle sostanze di cui ormai non possiamo più fare a meno nel settore produttivo, e anche nella vita di tutti i giorni, ma che restano pur sempre potenzialmente pericolose.

Leggi tutto: I passi in avanti verso il Reach

Nuovo rapporto Echa: ftalati nei giocattoli

Il 13 febbraio 2018 è stato pubblicato un nuovo report dell’Echa, l’Agenzia Europea per i prodotti Chimici, nel quale si afferma una realtà piuttosto preoccupante. Sembra infatti che in circa il 20% dei giocattoli venduti nell’area dell’Unione Europea siano contenute delle sostanze chimiche potenzialmente pericolose. L’indagine è stata condotta su oltre 5 mila articoli venduti all’interno della comunità, che a dire il vero non comprendono soltanto giocattoli ma anche altri oggetti di uso comune fabbricati con materie plastiche.

Leggi tutto: Nuovo rapporto Echa: ftalati nei giocattoli

Ancora molte registrazioni mancano all’appello a pochi mesi dalla scadenza REACH

Come ormai è ben noto a tutti gli operatori del settore delle sostanze chimiche, il termine ultimo che gli attori europei, coinvolti a qualunque titolo nella produzione o commercializzazione di sostanze chimiche potenzialmente pericolose, hanno a disposizione per mettersi in regola con il REACH, la nuova normativa comunitaria, è il 31 maggio 2018. Ma le notizie che arrivano dall’ECHA e dagli altri enti di controllo sono tutt’altro che rassicuranti.

Leggi tutto: Ancora molte registrazioni mancano all’appello a pochi mesi dalla scadenza REACH

Gli imprenditori britannici vogliono restare con l’ECHA

Come è noto il popolo britannico ha votato, nel corso di un referendum popolare, a favore dell’uscita dalla Comunità Europea. Tale separazione ancora non è avvenuta nei fatti, ma si concretizzerà nel corso dei prossimi mesi. Sono numerosi i nodi da sciogliere e tanti gli aspetti da chiarire per avere un quadro più preciso di quella che sarà la situazione post Brexit (questo il nome che ha preso la formalizzazione dell’uscita della Gran Bretagna dall’Europa).

Leggi tutto: Gli imprenditori britannici vogliono restare con l’ECHA