Messaggio

Le attività previste per l’Echa nel 2019

Nel corso del 2019 L’Echa (Agenzia Europea per le sostanze chimiche) ha fatto sapere che sul proprio sito web pubblicherà i dati relativi alle sostanze alternative a quelle che sono ancora sottoposte al processo di autorizzazione REACH. Questo annuncio corrobora l’impegno preso dall’Agenzia a trovare dei validi sostituti a quelle sostanze che, a seguito dell’entrata in vigore del nuovo regolamento europeo, sono state definite pericolose e quindi non più ammissibili per l’utilizzo da parte del pubblico.

Leggi tutto: Le attività previste per l’Echa nel 2019

REACH: priorità, rischi e focus per il 2019

Bjorn Hansen, direttore esecutivo di Echa, ha precisato all’inizio del 2019 quali saranno le priorità strategiche dell’agenzia relativamente al REACH. Quello che è appena iniziato, infatti, è a tutti gli effetti il primo anno in cui il regolamento lavorerà a pieno regime, una volta rispettate le principali scadenze degli anni passati. Per questo sarà anche il primo anno in cui l’Echa avrà la necessità di fissare dei punti fermi da osservare e a cui dare la precedenza rispetto agli altri.

Leggi tutto: REACH: priorità, rischi e focus per il 2019

Echa intensificherà gli sforzi per garantire la conformità al REACH

Bjorn Hansen, presidente di Echa, l’agenzia Europea per le sostanze Chimiche, ha espresso la sua volontà di moltiplicare gli sforzi per risolvere i problemi di conformità che possono sorgere al momento della registrazione al REACH. Questa volontà è stata espressa in occasione della riunione annuale di tutti gli enti impegnati in merito al nuovo regolamento europeo sulle sostanze chimiche, che si è svolta l’8 Novembre con i membri della Commissione per l'Ambiente del Parlamento europeo.

Leggi tutto: Echa intensificherà gli sforzi per garantire la conformità al REACH

Più di 100 le registrazioni REACH ancora in sospeso

A fine maggio, ultima data di scadenza per le imprese al fine di adeguarsi alle nuove norme europee dettate nel REACH, secondo Echa (l’agenzia europea per le sostanze chimiche) erano stati inviati 33.363 fascicoli di registrazione per 11.114 sostanze fabbricate o importate in quantità comprese tra 1 e 100 tonnellate all’anno.

Leggi tutto: Più di 100 le registrazioni REACH ancora in sospeso