Messaggio

Master di II livello in normativa Reach

Ha ottenuto l'approvazione statale il bando pubblico, per curriculum e titoli di studio, per trenta posti per la partecipazione al master di II livello in Reach e legislazioni inerenti all'amministrazione dei prodotti chimici. Il corso Reach, da svolgere presso il Dipartimento di farmacologia dell'Università Federico II di Napoli, all'interno del biennio scolastico 2013 - 2014, è alla sua quarta riproposizione, e vanterà il supporto del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero della Salute.

Leggi tutto: Master di II livello in normativa Reach

L'idoneità Reach ai ftalati DIDP e DINP

Il di-isononil ftalato, comunemente chiamato ftalato DINP, risulta rispettare le leggi della sicurezza della Normativa Reach, anche per la produzione di oggetti commerciali quali articoli erotici per adulti, e giocattoli per l'infanzia. Questo è quanto emesso dalla Commissione Europea, tramite un comunicato pubblicato lo scorso gennaio, in cui vengono menzionati i punti salienti sulla questione trattata dall'ECHA. L'Agenzia Europea per le sostanze chimiche, incaricata di indagare in merito alla sicurezza dei ftalati DIDP e DINP.

Leggi tutto: L'idoneità Reach ai ftalati DIDP e DINP

Dall'ECHA una guida semplificata del regolamento Reach

L'ECHA ha recentemente prodotto delle versioni semplificate dei prospetti Reach. Questo nella prospettiva di rendere più agevole la consultazione del nuovo regolamento Reach. Vogliamo quindi introdurvi alla Guida in pillole realizzata dall'Agenzia europea per le sostanze chimiche, e dei relativi documento orientativi. Questa guida garantisce una consultazione semplificata alle normative relative alla compilazione della modulistica Reach, e all'ottenimento del modulo SDS, in rispetto all'articolo 31 del secondo allegato della normativa europea.

Leggi tutto: Dall'ECHA una guida semplificata del regolamento Reach

REACH: Ecco le sanzioni previste

REACH applicherà delle ingenti sanzioni a tutti quei soggetti che non rispetteranno la normativa vigente. Saranno stabiliti infatti, dai Paesi membri, dei provvedimenti atti a garantire l'osservanza delle norme contenute nel Protocollo REACH, riguardanti la sicurezza per l'uomo e per l'ambiente. Per quanto riguarda lo stato italiano, le sanzioni sono state ratificate dal Ministero della Giustizia, attraverso una normativa redatta in collaborazione con gli altri Ministeri preposti. 

Leggi tutto: REACH: Ecco le sanzioni previste