Messaggio

Le accuse dell’Ufficio Europeo per l’Ambiente al REACH

I primi giorni del mese di luglio hanno visto accendersi una polemica tra l’Ufficio per l’Ambiente Europeo (EEB – European Enviromental Bureau) e l’ECHA, l’Agenzia Europa per le sostanze chimiche. L’EEB è formato da 140 organizzazioni di 28 paesi dell’Unione Europea e si occupa di vegliare sul corretto sviluppo della Comunità specie dal punto di vista della sostenibilità “green”.

Leggi tutto: Le accuse dell’Ufficio Europeo per l’Ambiente al REACH

Nuova attenzione per la qualità dei dati REACH

Gli esperti sono ormai giunti ad una conclusione: si potrà avere un panorama completo sul modo migliore in cui le sostanze pericolose devono essere maneggiate solo nel momento in cui si avranno dei dossier REACH ben compilati e completi in ogni loro parte. L’amministratore delegato della rivista specializzata “Chemical Watch”, Mamta Patel, nel suo articolo mensile intitolato “Il REACH ad un crocevia”, afferma che non è più possibile negare una triste verità, e cioè che molte delle aziende incaricate di redigere report sulle sostanze chimiche per adeguarsi alla nuova normativa REACH abbiano in realtà compiuto un lavoro approssimativo e scadente.

Leggi tutto: Nuova attenzione per la qualità dei dati REACH

Buoni risultati per le alternative alle sperimentazioni sugli animali

Uno dei punti più spinosi che in questi mesi sono stati sollevati circa le prcedure di attuazione del REACH ha riguardato le sperimentazioni. In base a quello che viene detto nel nuovo regolamento, che riguarda la classificazione e la certificazione delle sostanze chimiche, è infatti necessario che ogni sostanza abbia una sua classificazione e che per ottenerla vengano eseguiti ex novo dei test di valutazione.

Leggi tutto: Buoni risultati per le alternative alle sperimentazioni sugli animali

L’ECHA ha pubblicato le nuove linee guida REACH sui nanomateriali

L’ECHA (European Chemicals Agency), che è l’ente che si occupa a livello transnazionale di regolare l’uso e il traffico di sostanze chimiche, il 24 maggio del 2017 ha annunciato la pubblicazione di cinque documenti che hanno lo scopo di aiutare tutti coloro che dovranno fare la registrazione al REACH (Registration, Evaluation, Authorization and Restriction of Chemicals) a compilare i dossier necessari entro la scadenza del 2018.

Leggi tutto: L’ECHA ha pubblicato le nuove linee guida REACH sui nanomateriali