Messaggio

Arriva il Navigator tool da Echa

È stato diffuso dall'Agenzia Europea per le sostanze chimiche in ventitré idiomi differenti l'upgrade dello strumento multimediale denominato Navigator, programma che coadiuva gli enti nella diffusione e nel controllo dei prodotti chimici distribuiti all'interno del mercato europeo.

Usando il software divulgato dall'ECHA, l'operatore di turno verrà accompagnato in ogni step riguardante le ottemperanze a cui deve rendere conto riguardo al regolamento del Quadro normativo di gestione delle sostanze chimiche, anche conosciuto come Reach. Questo strumento offre anche le connessioni alle informazioni concernenti il rispetto delle obbligazioni in oggetto. L'Agenzia europea ha inoltre spinto con veemenza le aziende di esigua o modesta entità a usare tale strumento, il cui stato di avanzamento, a ora, risulta essere coerente rispetto all'odierno livello legislativo del regolamento. Sempre l'Agenzia europea per le sostanze chimiche ha diffuso i dati relativi a uno studio riguardo al valore economico delle permutazioni inerenti a 6 prodotti chimici nocivi per l'uomo e per l'ambiente. Scopo della ricerca è quello di divulgare ai Paesi coinvolti le informazioni pratiche di aiuto per quanto concerne la valutazione economica della permutazione dei prodotti che presentano un alto tasso di pericolo. Un rigoroso studio riguardo ai prezzi sopracitati è in grado dunque di coadiuvare la totalità delle caratteristiche riguardanti la limitazione all'utilizzo di un prodotto chimico nocivo, integrando quindi il costo inerente alla dismissione delle operazioni riguardati la commutazione in oggetto. Il Consiglio dell'Agenzia europea ha recentemente accettato le cause mostrate dal ricorso sottolineando che il lasso temporale adibito all'upgrade delle informazioni non aveva consentito un calcolo adeguato dei rischi. Nel momento in cui è stato ratificato, il ricorso ha goduto di soli 3 gg per adeguarsi all'edizione corretta della scelta stabilita. In base ai dati raccolti dal Consiglio, dunque, si è tralasciato di prendere visione della tutela citata all'interno del ricorso, decretando che la scelta effettuata dall'Agenzia europea non ha rispettato l'operato prestabilito, ignorando la norma riguardo un'adeguata direzione del caso. Inoltre lo sportello informativo dedicato al Quadro normativo di gestione delle sostanze chimiche, promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico, ha diffuso la notizia che sarà utilizzabile, tramite piattaforma virtuale, l'ultima edizione del QSAR Toolbox, programma di coadiuvazione agli operatori a e agli enti coinvolti nell'uso dello strumento denominato Quantitative Structure Activity Relationship Q Sar, piattaforma utilizzata allo scopo di riferire i dati inerenti allo specifico prodotto commercializzato, oltre alla relativa composizione chimica. Questo software consenti di diminuire la distanza tra le informazioni ottenute attraverso read across, lo studio delle ipotesi, e il giudizio riguardante i danni dovuti alla nocività dei prodotti, tramite la convenienza inerente alla diminuzione degli esperimenti sulle bestie vive. L'operatore di turno attraverso il programma potrà individuare similari riguardanti uno specifico prodotto chimico, raccogliendo i dati esperienziali ottenibili con metodologie similari; schedare le ingenti quantità di sostanze in base a metodologie di operato preventivate; integrare le informazioni riguardanti qualunque prodotto commercializzato usando l'archivio contenete le strutture Q Sar; giudicare l'ottemperamento di una scheda Q Sar così da integrare adeguatamente le informazioni inerenti a uno specifico prodotto chimico commercializzato; ideare nuove matrici Q Sar. Fra le inedite proprietà avallate dal modello QSAR Toolbox 3.2 è utile menzionare la presenza delle nuove edizioni dei 6 database, fra cui le informazioni riguardanti il regolamento Reach.